Muffa e macchie di umidità sotto la finestra

image

A volte compaiono muffa o macchie d’umidità sotto la finestra. Questo problema si manifesta soprattutto, ma non solo, in abitazioni che hanno meno di 15 anni di vita. Le nuove case, se isolate male, hanno maggiori problematiche per quanto riguarda la comparsa di muffa rispetto a quelle vecchie. Paradossalmente la muffa compare di più su un edificio isolato male che su uno non isolato perché l’isolamento non permette al vapore acqueo prodotto di uscire. Negli edifici vecchi, invece, il vapore acqueo usciva ed esce dagli “spifferi”.
Spieghiamo allora, in modo semplice, anche per chi non è un tecnico come e perché ciò accade.

Le cause della muffa e macchie di umidità sotto la finestra

Ci sono diverse cause che portano alla formazione di muffa e macchie di umidità sotto la finestra. Spesso alcuni di questi motivi si sovrappongono.
I principali sono:

  • Differenza dei materiali costruttivi a contatto come, ad esempio: il marmo dei davanzali, la muratura della parete, il telaio della finestra
  • L’assenza o la posa non corretta dell’isolamento tra la finestra e la parete
  • Esposizione a nord della finestra e della parete con le macchie d’umidità

Ma cosa accade tra la finestra e la parete? La differenza di temperatura in inverno tra il freddo fuori e il caldo all’interno della casa può provocare la condensa. La condensa si forma quando l’aria satura di vapore acqueo incontra una superficie più fredda. Si arriva così a quello che i tecnici definiscono il punto di rugiada: ovvero la formazione di acqua che va a provocare le macchie di umidità e, successivamente, la muffa.

Come risolvere il problema dell’umidità sotto la finestra

Ci sono diversi sistemi per risolvere il problema dell’umidità sotto la finestra:

  1. Isolare correttamente i diversi elementi che sono a contatto attraverso un taglio di tutto il davanzale in marmo tra la parte che sta all’interno e quella che sta all’esterno della casa, inserendo tra le due parti un materiale isolante
  2. Posare uno strato di isolante di buona qualità tra davanzale, parete e finestra
  3. Areare le stanze aprendo le finestre e lasciando che l’aria passi liberamente oppure attraverso un sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC)

Macchie di umidità dietro il termosifone

Spesso nelle vecchie case i termosifoni sono posizionati in un incavo sotto la finestra. Dove c’è l’incavo c’è una porzione di muro ridotta rispetto al resto della parete e dunque c’è meno spessore tra l’interno e l’esterno della casa e può passare, attraverso il muro stesso, una maggiore quantità di freddo. La soluzione più semplice per le macchie di umidità dietro al termosifone è quella di inserire dietro al radiatore un pannello di materiale isolante riflettente ad alte prestazioni. Un intervento spesso più efficace è quello di togliere il vecchio radiatore, mettere l’isolante e fare un ulteriore piccolo strato di muratura. A quel punto conviene anche sostituire il termosifone vecchio con un modello moderno più sottile e dalle prestazioni migliori.

Perché si forma la muffa sotto la finestra e come si toglie?

La muffa si forma quando c’è “bagnato”, ovvero c’è presenza d’acqua. La muffa è un agglomerato di piccoli funghi che si sviluppano sulla parete. Ci sono persone allergiche a queste muffe e dunque è meglio toglierle perché potrebbero provocare malessere o asma. Per non disperdere le spore che potrebbero provocare nuove muffe è meglio usare prodotti specifici che uccidano questi funghi, per poi spazzolarli via una volta morti. Esistono diversi prodotti appositi in commercio, e vanno usati rispettando le istruzioni poiché possono essere dannosi per la salute se utilizzati in modo non corretto.
Per evitare o risolvere definitivamente muffa o macchie d’umidità sotto la finestra ci si deve rivolgere ad esperti professionisti che analizzino il singolo caso ed individuino la reale causa del problema e propongano la soluzione migliore.
Potete contattare qui alcuni esperti di Verona in grado di risolvere il problema di muffa e umidità.

Commenti (0)

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

*

Commenti (0)

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *